Anna Magnani

Anna Magnani, attrice simbolo del Neorealismo italiano, prima donna italiana a ricevere il Premio Oscar come migliore attrice protagonista.

Anna nasce a Roma il 7 marzo 1908. La madre di Anna è una ragazza originaria della provincia di Ravenna, che dopo pochi mesi averla partorita, emigra in Egitto. Viene affidata e cresciuta dalla nonna materna in una famiglia di umili origini. Non incontrerà mai il padre.

A 15 anni decide di andare dalla madre in Egitto, ma dopo un anno durante il quale vive il dolore del non sentirsi amata, decide di tornare dalla nonna  in Italia e sceglie di iniziare a studiare recitazione teatrale.

foto Anna Magnani

Recita stabilmente in differenti compagnie teatrali e debutta nel cinema nel 1934. È nel 1941 però che emerge con un ruolo non secondario grazie a Vittorio De Sica nel film “Teresa Venerdì”. Si afferma poi a livello mondiale nel 1945 con il film “Roma città aperta” di Roberto Rossellini, film manifesto del Neorealismo.

I film neorealisti trattano soprattutto la situazione economica e morale del dopoguerra italiano, riflettono i cambiamenti nei sentimenti e le condizioni di vita: speranza, riscatto, frustrazione, povertà, disperazione. Tutto questo si differenzia molto dal cinema proposto poco prima nel periodo fascista.

Anna Magnani sa interpretare benissimo quest’anima. Diviene infatti simbolo del neorealismo italiano, grazie alla sua recitazione naturale, spontanea e incisiva. Icona del cinema del dopoguerra, il suo più grande merito è stato probabilmente quello di aver trasformato il ruolo della donna nel cinema, dandole un realismo ed una spontaneità che mai si erano visti prima.

Ha saputo raccontare le donne del dopoguerra. Diceva: “Non so se sono un’attrice, una grande attrice o una grande artista. Non so se sono capace di recitare. Ho dentro di me tante figure, tante donne, duemila donne. Ho solo bisogno di incontrarle. Devono essere vere, ecco tutto”.

Le sue interpretazioni le sono valse numerosi premi, tra cui ben cinque Nastri d’argento e due David di Donatello. È stata inoltre la prima donna italiana a ricevere il Premio Oscar come migliore attrice protagonista nel film “The rose tatoo - La rosa tatuata” di Daniel Mann. Era molto amata negli Stati Uniti perché sapeva raccontare l’Italia che aveva affascinato gli americani, arrivati alla fine della guerra. La Magnani è una delle poche personalità italiane ad avere una stella nella famosa Hollywood Walk of Fame.

La sua ultima, breve, apparizione sugli schermi è stata nel film "Roma" (1972) di Federico Fellini, nella parte di sé stessa.

In un’intervista dichiarò: “Ho capito che ero nata attrice. Avevo solo deciso di diventarlo nella culla, tra una lacrima di troppo e una carezza di meno. Per tutta la vita ho urlato con tutta me stessa per questa lacrima, ho implorato questa carezza”.

La sua passione per il teatro e per il cinema erano nate da una mancanza, dal desiderio di sentire l’amore del pubblico, quasi per sentirsi ripagata dell’amore non avuto.

Anna Magnani, muore a Roma il 26 settembre 1973. Rimane tutt’oggi una delle attrici più amate nella storia del cinema italiano.

Novedades

Esta semana...

2019-12-12 Comer Salud

2019-12-12 Manos Sanando_SAN JIAO Y 3 NIVELES DE FASCIA

Radio Pirata_Futuro_ Sutil_Fantasioso

2019-12-10 Radio Pirata_Inquietudes

Ver más programas

PRÓXIMOS PROGRAMAS

DIMÚSICA
13-12-2019 17:00
CUENTISTAS DEL MUNDO
13-12-2019 17:30
COMUNICACIONES TIAN
13-12-2019 18:00

TWITTER J.L.P.