Paolo dal Pozzo Toscanelli

Matematico, astronomo e cartografo

Paolo dal Pozzo Toscanelli nasce a Firenze nel 1397 in una famiglia di mercanti di spezie. Dal 1415 al 1424 studia matematica e medicina all’università di Padova e ritorna poi a Firenze dove lavora come “astrologo giudiziario”, anche per la famiglia dei Medici. In questo periodo entra in contatto con l’architetto Filippo Brunelleschi e lo aiuta, grazie alle sue conoscenze in geometria, nella costruzione di alcune importanti chiese della città, ad esempio è fondamentale il suo aiuto per la cupola di Santa Maria del Fiore.Paolo dal Pozzo Toscanelli mappa e profilo

Si interessa di astronomia e della costruzione di carte astronomiche dove riporta le posizioni di molte comete. Toscanelli fa parte di una scuola di studiosi che si dedicano allo studio della Geografia anche per fini essenzialmente pratici, legati alla grande rete di commerci.

A partire dal 1441 Paolo Dal Pozzo Toscanelli inizia ad elaborare il suo grande progetto di attraversamento dell'Atlantico per raggiungere l'Asia. Si narra che Toscanelli sottopone a dei veri e propri interrogatori gli stranieri di passaggio per Firenze per raccogliere informazioni. Toscanelli dirige in quel periodo una ditta commerciale per il traffico delle spezie e, come molti altri, si interessa alla possibilità di trovare una nuova strada verso l'Oriente, per sottrarre la via delle spezie ai commercianti arabi.

Fernand Martins, suo amico portoghese, domanda a Paolo Dal Pozzo Toscanelli, in nome del re del Portogallo, di inviargli per iscritto i suoi suggerimenti per tracciare una nuova via delle spezie. Il Dal Pozzo gli invia una carta del mondo costruita da lui e una lunga lettera, trascritta poi da Cristoforo Colombo nei propri libri.

Toscanelli esercita un'influenza decisiva sulla decisione di Colombo di navigare in cerca delle Indie orientali dirigendosi verso Ovest. Sostiene che la via più breve per raggiungere le Indie è proprio quella di navigare verso occidente.

Ma Toscanelli, nelle sue lettere a Colombo, sbaglia sia la differenza di longitudine tra Lisbona e le Indie, che è di circa 160°, sia la lunghezza del grado espressa in miglia. L’avventura di Cristoforo Colombo si fonda quindi su due errori geografici che derivano da misure astronomiche imprecise e da errate conversioni tra unità di misura.

Il diametro terrestre era stato misurato con molta precisione da Eratostene ad Alessandria nel II secolo a.C. Nel IX secolo d.C. gli astronomi arabi sostanzialmente confermano quanto calcolato da Eratostene. Colombo e la cultura cristiana avevano a disposizione solo il risultato degli arabi, che era espresso in miglia arabe. I cristiani non tennero conto che il miglio arabo era più lungo del miglio allora in uso in Europa.

Dal Pozzo Toscanelli, come i suoi contemporanei, basa i suoi calcoli su degli errori importanti, che influenzano le scelte di Cristoforo Colombo.

Paolo dal Pozzo Toscanelli muore a Firenze il 10 maggio 1482, 10 anni prima che Colombo incontrasse le Americhe.

Novedades

Esta semana...

2019-12-06 Danzas de Vida

2019-12-05 Comer Salud

2019-12-05 Qi Gong_Rectificación Rectificar

2019-12-01 Musica por momentos

Ver más programas

PRÓXIMOS PROGRAMAS

VOCEROS DE EUSKAL HERRIA
09-12-2019 17:00
COMUNICACIONES TIAN
09-12-2019 18:00
NEIJING TODAY
10-12-2019 17:00

TWITTER J.L.P.